Privacy policy bar Show more

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la pagina Privacy

Calendario eventi







Programma Triennale Offerta Formativa






Collegamenti Veloci
Incontro Istituti superiori
Iscrizioni a.s. 2018/2019
Open Day a.s. 2018/2019
Percorsi didattico formativi

MIGLIORARE L’AMBIENTE DI APPRENDIMENTO CREANDO UN CONTESTO DIDATTICO INCLUSIVO

La Classe Capovolta (Ambiente di Apprendimento Digitale)
in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale.
Il progetto si propone di modificare gli ambienti di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella didattica quotidiana, al fine di offrire a tutti le chiavi di accesso alla conoscenza. I docenti proporranno alle classi coinvolte l’uso di tablet (offerti in comodato d’uso dalla Fondazione Mondo Digitale) e progetteranno ambienti di apprendimento relativi ad una o più discipline di studio. Classi coinvolte: IE e IIIE.

Click on Clil

Il progetto, indirizzato alle classi dei corsi D e F, mira:
- all’acquisizione e all’apprendimento di contenuti disciplinari;
- all’apprendimento della lingua per leggere e parlare di contenuti;
- allo sviluppo delle capacità di ragionamento, rielaborazione delle informazioni e
autonomia;
- all’ampliamento degli orizzonti culturali e alla possibilità di approfondire e ampliare
le prospettive in diverse aree tematiche.

Il Flauto magico (Europa in Canto)

Si tratta di un progetto didattico-musicale riconosciuto dal MIUR come progetto di eccellenza. Consiste in seminari, incontri e laboratori per studenti e docenti, a scuola ed in teatro, studiati e progettati per scoprire e conoscere vita, opere, curiosità, personaggi, trama e Arie dell’opera Il flauto magico di W. A. Mozart. Gli alunni si cimenteranno nel canto dei brani dell’Opera, imparando le Arie più famose, parteciperanno a due laboratori in orario scolastico, con cantanti lirici dell’Associazione EUROPA INCANTO del teatro Argentina, ed, infine, parteciperanno allo spettacolo finale che si terrà nel famoso teatro romano il 19 aprile 2017. I ragazzi saranno coinvolti in prima persona, interpretando coralmente, insieme ai cantanti professionisti ed all’ensamble orchestrale, i brani studiati; inoltre, realizzeranno semplici costumi di scena da indossare durante la rappresentazione, salendo sul palcoscenico.
Classi partecipanti: tutte le classi prime della scuola.

Imparo a descrivere

Il progetto si inserisce nell’ambito della “didattica per competenze”, nella cui ottica persegue lo scopo di far acquisire agli alunni una combinazione non solo di conoscenze ed abilità ma anche di atteggiamenti e comportamenti, adeguati al contesto, che diventano patrimonio permanente degli studenti.
Le attività previste verranno svolte anche nella modalità “a classi aperte” e saranno incentrate sulla descrizione di ambienti, animali, persone e personaggi d’invenzione , a crescente livello di difficoltà, fino a giungere alla cosiddetta PROVA DI REALTA’ FINALE.
Classi coinvolte: prima F e prima H.

Laboratorio di Italiano Lingua 2

Il progetto si pone in linea di continuità didattico-educativa con il percorso intrapreso nello scorso anno scolastico. Scaturisce dalla metodologia didattica di tipo inclusivo, propria del nostro Istituto, che permette agli studenti stranieri di soddisfare bisogni uguali e specifici, considerando che devono apprendere ed orientarsi all’interno di spazi, tempo, rapporti interpersonali e contenuti disciplinari utilizzando quotidianamente una lingua che non è la loro. Per garantire loro pari opportunità di riuscita scolastica, saranno necessarie opportune azioni di mediazione e di facilitazione operativa degli apprendimenti. La proposta/risposta al bisogno manifestato sarà quella di cogliere l’occasione per attuare il passaggio da una didattica “per” gli alunni stranieri (i laboratori linguistici) ad una didattica “con” gli alunni stranieri (i laboratori interculturali).

Poesia come Fulcro

L’idea: A partire da nuclei tematici, strutturare dei percorsi didattici interdisciplinari sulla poesia, da adottare e declinare in sede di C.d.c.
Il progetto presenta una proposta di lavoro corredata di materiali sui quali i docenti interessati lavoreranno, per approfondire e articolare in modo più analitico e organico, nonché funzionale a ciascun gruppo classe, l'attività nelle sue varie fasi, secondo una modalità di co-progettazione del lavoro.
In altre parole: è stato elaborato un modello standard di percorso sulla poesia, per un lavoro interdisciplinare a tema, accompagnato da materiale esemplificativo.
I Cdc che aderiranno a tale progetto e sceglieranno uno dei percorsi proposti, procederanno – ciascuno autonomamente in quanto singolo Cdc, ma compatibilmente con l’idea di una condivisione e intreccio dei vari risultati finali - alla programmazione e organizzazione vera e propria delle attività che si vorranno realizzare.
Finalità: arricchire il POF; creare uno strumento didattico che permetta una sperimentazione di verticalizzazione del curricolo
Obiettivi: innescare negli alunni una modalità di apprendimento in cui sapere teorico e abilità pratica procedano insieme (imparare facendo).
Nuclei tematici identificati dal gruppo di lavoro, per impostare – a scelta - il lavoro interdisciplinare sulla poesia: Aria acqua terra fuoco; Forme viventi e non viventi; Guerra e pace; Il corpo umano; Il labirinto; Il numero; Il viaggio.

Laboratorio di Psicomotricità

Si tratta di un progetto di laboratorio fortemente inclusivo, che si rivolge a tutti gli studenti ed, in particolare, agli alunni con bisogni educativi speciali.
Le attività di psicomotricità e quelle ludico-espressive saranno finalizzate a stimolare l’aiuto reciproco tra i ragazzi, inducendoli ad instaurare un rapporto di collaborazione, per raggiungere e realizzare insieme l’obiettivo proposto, sia esso un torneo sportivo, una rappresentazione teatrale o espressivo motoria, ecc.

“Repubblic@scuola”

Repubblica@SCUOLA, un progetto del quotidiano la Repubblica, e del sito www.repubblica.it, del tutto gratuito e interamente online, mette a disposizione uno spazio web destinato a ospitare il giornale della scuola. Sul portale di Repubblica@Scuola, www.repubblicascuola.it, sarà possibile reperire spunti e notizie di cronaca per avvicinare i ragazzi al mondo dell’informazione e del giornalismo, non solo come lettori, ma anche come scrittori e giornalisti; partecipare a concorsi, gare di fotografia e giochi linguistici.
Il progetto offre inoltre la possibilità leggere gratuitamente la versione digitale del quotidiano Repubblica.

Il Ventennio Fascista

Lo scopo di questo laboratorio è quello di tracciare un percorso che accompagni i ragazzi alla scoperta di un processo culturale che ha pervaso l’Italia e l’ha modellata non solo sotto l’aspetto politico, ma anche e soprattutto sotto quello educativo e culturale (l’educazione, la scuola, i valori, ecc.). Sono previsti: due incontri laboratoriali in classe; un incontro - processo alla storia in Aula Magna; un’uscita didattica a Villa Torlonia ed al bunker del Duce.
Classi partecipanti: 3 B e 3 C.

Teatro in lingua francese

Il progetto offre un percorso completo e multidisciplinare di integrazione e approdondimento dello studio della lingua francese, che culmina nella partecipazione allo spettacolo “Calais –Bastille”.
Classi partecipanti: 3A, 3B e 3D.

SCACCHI: gioco per crescere!

Il progetto è proposto dall’Associazione sportiva OSTIA SCACCHI e, attraverso la conoscenza delle varie tecniche del gioco degli scacchi, si pone le finalità di educare i ragazzi al rispetto delle regole e degli avversari, di potenziare la concentrazione, l’attenzione, il pensiero critico degli studenti e di favorire comportamenti prosociali. E’ rivolto agli alunni delle classi prime, anche in ottica inclusiva.
La metodologia utilizzata, nel rispetto dei vari stili di apprendimento, privilegia un approccio concreto per giocare a scacchi il prima possibile: la fase di apprendimento passivo occupa circa un terzo del tempo di ogni incontro ed è seguita da una fase attiva, che prevede risoluzione di quiz su schede e partite con compagni e/o docenti.

POTENZIARE LE COMPETENZE E VALORIZZARE LE ECCELLENZE

Coro e Orchestra

L’obiettivo del progetto è fornire agli allievi una educazione organica relativa all’attività di Canto Corale.
L’azione didattica si articola in tre momenti successivi:
• Esercizi di vocalità
• Lettura dello spartito
• Intonazione
Il laboratorio è rivolto ad un gruppo selezionato di alunni di varie classi con un repertorio che spazia dal Sacro al Profano, dal Classico al Popolare.
Le lezioni, di tipo collettivo, avranno la durata di 90 minuti con cadenza settimanale.
Il laboratorio di Canto Corale mira a formare il CORO della Scuola che sarà presente alle varie iniziative nel corso dell’anno scolastico.
Gli alunni saranno selezionati previa prova di intonazione vocale e ritmica.

"Italian Model United Nations" (IMUN)

È la prima ed unica simulazione di processi diplomatici organizzata in Italia rivolta esclusivamente agli studenti delle scuole medie inferiori.
I Model United Nations sono simulazioni dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite o di altri ''multilateral bodies" nelle quali gli studenti si cimentano e approfondiscono i temi in oggetto dell'agenda politica internazionale, indossando i panni di ambasciatori e diplomatici.
Per la prima volta il nostro Istituto sarà rappresentato in tale progetto da una trentina di studenti meritevoli.

Kangourou

KANGAROO ITALIA, accreditato presso il MIUR, è un soggetto proponente iniziative di valorizzazione delle eccellenze. La competizione Kangaroo della Lingua Inglese ha ottenuto il riconoscimento del programma nazionale di promozione delle eccellenze per studenti delle scuole secondarie.
Gli studenti si confrontano sui livelli fissati dal Common European Framework sui testi proposti da Cambridge English Language Assessment. Civare alla finale nazionale.

Maratona di Matematica

Riservata agli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di 1° grado è finalizzata a favorire l’approccio motivato degli studenti ad una disciplina che, spesso, è considerata ostica ma che, invece, costituisce un pregevole veicolo di sviluppo intellettivo, ricco di notevoli implicazioni cognitive ed operative in ogni ambito culturale. Il percorso si prefigge di potenziare le abilità logico-matematiche nonché l’autostima, valorizzando le eccellenze ed orientando per le scelte future. Ogni docente di Matematica, attraverso attività mirate, farà emergere dalla propria classe gli alunni che parteciperanno ad una “anteprima” della Maratona di Matematica che si terrà nell’Aula Magna della Scuola media, durante il secondo quadrimestre.
I primi tre classificati parteciperanno al concorso nazionale “la Maratona di Matematica” che si svolgerà presso l’Istituto comprensivo “A. Fanelli” di Ostia Antica.

Olimpiadi di Problem Solving

Gare di informatica finalizzate alla promozionee alla diffusione del Pensiero Computazionale tramite attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline scolastiche
Sono previste tre fasi: le gare di istituto (da dicembre a marzo), le gare regionali (aprile) e la finale di Cesena.


UTILIZZARE I LINGUAGGI ESPRESSIVI PER PROMUOVERE LA CONOSCENZA DI SE STESSI E DEGLI ALTRI

Artisti in erba

Proposto come attività curricolare agli alunni delle classi seconde e terze, il progetto si svolge nell’arco di sette mesi, da ottobre ad aprile, e si articola in due fasi:

1. analisi di opere della fine del XIX secolo e del XX;

2. sperimentazione e produzione: gli alunni si misureranno nella riproduzione delle opere d’arte studiate attraverso esercizi di re-interpretazione e/o nell’invenzione di messaggi visivi originali e personali.

I lavori prodotti saranno posti in mostra lungo le pareti del corridoio del piano terra e

rimarranno in loco nel corso dell’anno successivo.
Il progetto prevede la mostra degli elaborati più significativi e la premiazione di alcuni di essi.

Giochi sportivi studenteschi

Il progetto è rivolto a tutti gli alunni e si svolgerà da ottobre a maggio.
La scuola intende aderire al piano provinciale dei Giochi Sportivi Studenteschi con i seguenti sport:

ATLETICA LEGGERA campestre - ATLETICA LEGGERA pista – ORIENTEERING

Finalità:
- ampliare l'offerta formativa a livello fisico-motorio e promuovere la pratica sportiva.
- Far conoscere ai giovani un certo numero di attività sportive, intese come mezzo
educativo e formativo, al fine di avviare un'esperienza aperta a tutti e propedeutica
ad un eventuale futuro percorso di pratica sportiva sistematica.
Si prevedono tornei fra le classi, in particolare di pallavolo e prove di Orienteering, oltre alla partecipazione ai Giochi Sportivi Studenteschi.

Laboratorio di Educazione al MovimentoCreativo

Strumento che concorre ad arricchire quel complesso ed articolato percorso formativo che vede protagonista il ragazzo a scuola in una fase delicata del processo di crescita e costruzione della propria individualità.
Si tratta di un’attività motoria che coinvolge tutta la persona nella sua dimensione fisica, mentale ed emozionale: i ragazzi imparano ad usare il corpo con creatività e scoprono di poter usare il movimento, lo spazio e il ritmo per esprimere le loro idee e trovare soluzioni motorie personali e autentiche.
L’Educazione al Movimento Creativo può offrire nuovi strumenti per educare, insegnare le regole fondamentali della convivenza civile, il rispetto per le differenze culturali e il confronto interpersonale.
Obiettivo fondamentale del progetto è quindi quello di operare in orario scolastico, utilizzando modalità d’intervento capaci di costruire percorsi trasversali alle varie aree di conoscenza.

RosmArt

Il progetto prevede la partecipazione delle classi terze, con particolare attenzione agli alunni con problematiche specifiche, e la collaborazione di due docenti di Arte con insegnanti delle altre discipline, anche di sostegno. E’ finalizzato a creare un filo conduttore tra cultura, rispetto delle regole e uno spazio museale all’interno del circuito scolastico.
Prevede la progettazione, l’elaborazione grafica e la realizzazione di immagini attraverso differenti tecniche: la pittura murale; lo “stencil”; l’assemblaggio di differenti materiali di recupero; la scultura.

Siamo tutti poeti

Il progetto si propone di avvicinare e far appassionare gli alunni ad un genere letterario a volte di difficile comprensione. Partendo da attività semplici, a volte giocose, i ragazzi verranno gradualmente avviati non solo a comprendere la struttura del testo poetico, ma a riflettere ed a confrontarsi sui grandi temi della vita.
Classi coinvolte: 2 I e 3 I.

INTERAGIRE CON GLI ALTRI E L’AMBIENTE ESTERNO

La bellezza di essere diversi (Antropologia)

Il progetto nasce dalla duplice esigenza di affrontare in modo ampio e condiviso il tema della diversità nelle sue tante accezioni: la diversità riferita sia alle differenze riguardanti i tratti somatici, il colore della pelle e la struttura corporea che contraddistinguono i gruppi umani, sia alla pluralità delle culture, delle usanze, delle lingue, delle religioni. Questi nuclei tematici saranno le tante facce di uno studio più ampio, tappe intermedie per individuare e mettere a fuoco il nucleo centrale di questo percorso di ricerca e di studio: la comprensione del significato profondo del principio di uguaglianza; la riflessione sulle categorie del pregiudizio e dello stereotipo; la conquista di un’attitudine autenticamente tollerante in quanto radicata nella conoscenza del valore della diversità. Attorno a questi temi si svilupperanno i vari interventi disciplinari per mezzo di una didattica che privilegerà il lavoro cooperativo sia all’interno del team dei docenti sia nei gruppi classe e che dovrà prevedere anche una modalità di lavoro in copresenza (compatibilmente con i vincoli di orario delle classi e dei docenti) di più docenti nella stessa classe o delle due classi riunite insieme. In quest’ottica, il confronto e lo scambio dialogico tra docenti e tra docenti ed alunni riveste un’importanza cruciale: fattore moltiplicatore di stimoli, curiosità e motivazione, permetterà di superare una didattica fondata sulla centralità e incomunicabilità dei contenuti disciplinari, per proporre invece una didattica transdisciplinare finalizzata allo sviluppo di quelle competenze trasversali che costituiscono le connessioni forti e non estemporanee tra le discipline; competenze che permettano all’alunno di saper ridefinire, riorientare e incrementare le proprie conoscenze in relazione ai propri bisogni e ai cambiamenti del mondo circostante.

Diritti dei minori

Il progetto persegue lo scopo di educare gli alunni ad una convivenza democratica, basata sulla piena accettazione e sul rispetto delle regole civili. In un clima di collaborazione ed integrazione di ogni studente nell’ambiente scolastico, verranno affrontate tematiche riguardanti i fondamentali diritti del fanciullo attraverso la lettura di alcuni Articoli, tratti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia, atti a stimolare riflessioni, confronti e giudizi critici sugli argomenti proposti.
Classi coinvolte: 1 G e 1 I.

La scuolainbiblioteca

Dal Manifesto IFLA-UNESCO sulla biblioteca scolastica, 1999: “La biblioteca scolastica fornisce informazioni e idee fondamentali alla piena realizzazione di ciascun individuo nell’attuale società dell’informazione e conoscenza. La BS offre agli studenti la possibilità di acquisire le abilità necessarie per l’apprendimento lungo l’arco della vita, di sviluppare l’immaginazione, e li fa diventare cittadini responsabili”.
Obiettivo è trasformare la biblioteca scolastica da luogo polveroso e negletto del nostro ricordo della scuola di ieri, nella vitale comunità di lettori a cui la scuola di oggi aspira, una comunità che concentra i momenti significativi della sua crescita nelle diverse attività di condivisione, nella ricerca di ambiti consapevoli di lettura individuale ed autonoma e nella realizzazione, nel blog, dei suoi scambi in rete.
La finalità è realizzare una biblioteca alla portata di docenti e studenti e genitori: uno strumento di ricerca che solleciti la lettura, l’esplorazione e la raccolta di informazioni, le attività di gruppo, la socializzazione dei materiali prodotti a scuola. Per centrare questo obiettivo in primo luogo gli alunni saranno attivi protagonisti nella organizzazione della biblioteca stessa e nella fruizione del patrimonio librario e multimediale a disposizione delle scuola.
Le attività e le iniziative programmate, di seguito elencate, si svolgeranno da dicembre a giugno, tanto al mattino quanto nel pomeriggio, come naturale prosecuzione ed arricchimento del curricolo scolastico e coinvolgeranno tutte le discipline.
ATTIVITÀ
• Leggère letture. Martedì di lettura
• VersiDiVersi. Giovedì di poesia
• La poesia come fulcro. Percorso curricolare transdisciplinare
• Come ti faccio un libro. Inventare storie, stamparle e rilegarle
• Perché la letteratura: pomeriggi di condivisione di letture tra adulti
• Unlibrotiralaltro, prestito periodico dei volumi della biblioteca
• Loscaffaleinfinito, filo diretto tra i lettori “in erba” della Rosmini (idem come sopra) e quanti
transitano in biblioteca, classi terze
• Catalogazione del patrimonio librario.
• Lascuolainbiblioteca. Bollettino digitale delle attività
INIZIATIVE
• Regalati un libro
• Settimana della lettura (in primavera, date da stabilire)
• Libriamoci (giornata dedicata alla lettura)
Il progetto coinvolge tutte le classi dell’Istituto.

Le sette intelligenze dei campioni

Il percorso formativo, partendo dai valori etici dello sport, vuole rappresentare un efficace strumento di contrasto a fenomeni devianti, sempre più diffusi tra gli adolescenti.
L’obiettivo è quello di approfondire, divulgare e diffondere nella società i valori dello sport, inteso come strumento di formazione e di valorizzazione della persona, come veicolo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli e come filosofia di approccio alla vita.
La finalità è prevenire il fenomeno del bullismo e delle droghe, promuovere la cultura della legalità, il rispetto delle regole e della propria persona attraverso lo sport e la pedagogia del Testimonial.
Lo sport come metafora della vita, quindi, e i Campioni esempi da seguire ed emulare.
Chi raggiunge il successo impara a conoscere se stesso e a piegare la sua volontà al raggiungimento dell’obiettivo.
Lo sport quindi come complemento essenziale e piacevole per lo sviluppo psicofisico, e strumento indispensabile per la maturazione psicologica del giovane
- La proposta formativa è centrata sulle “Sette Intelligenze dei Campioni”, cioè su quelle regole che, coloro che hanno raggiunto il successo nello Sport, hanno saputo seguire e intraprendere con profitto:
- INTELLIGENZA ETICA
- INTELLIGENZA AGONISTICA
- INTELLIGENZA EMOZIONALE
- INTELLIGENZA DECISIONALE E COMPORTAMENTALE 
- INTELLIGENZA COMUNICATIVA
- INTELLIGENZA RELAZIONALE
- INTELLIGENZA ORGANIZZATIVA

Sono i Campioni dello Sport a illustrare nozioni di carattere scientifico, insieme alla propria esperienza empirica, per un piano di studi equilibrato e di successo. Le lezioni saranno tenute alternando brevi filmati inerenti ai temi trattati e proiettando slide costruite ad hoc.

Le classi coinvolte sono tutte le prime e le seconde e le azioni consistono in un ciclo d’incontri, composto da sette moduli in due anni, nel corso dei quali verranno approfondite le singole intelligenze.
Nel corso di questi incontri, sviluppati in collaborazione con i docenti delle classi, i ragazzi potrebbero dare forma ai loro riscontri producendo del materiale (filmati, cartelloni, disegni ecc.) che potrebbe essere oggetto di un concorso, con premiazione a fine anno scolastico.

La Shoah - La Giornata della Memoria
Il progetto si propone di sensibilizzare gli alunni delle classi terze al tema della Shoah e di renderli testimoni e custodi della memoria storica. Prevede discussioni in classe, proiezione di film, rappresentazione teatrale, visite guidate al Ghetto, alla Sinagoga, al Museo Ebraico ed eventuali incontri in Aula Magna con gli ultimi testimoni della Shoah.

Unplugged - Contro le dipendenze – La prevenzione a scuola
Unplugged è un programma di prevenzione scolastica dell’uso di sostanze, basato sul modello dell’influenza sociale e delle life skills.
Prevede dodici unità didattiche da svolgere durante l’anno scolastico con una metodologia interattiva, che stimoli gli alunni a discutere e a lavorare insieme in modo positivo.
Con l’espressione life skills si indica l’insieme delle abilità utili per affrontare la vita, tra cui quella di rispettare gli altri, di creare relazioni positive con la famiglia e con i coetanei, e di comunicare in modo efficace.

 

 

 

 

 

 

 

Share :
Avvisi

Link utili






Rapporto di Autovalutazione